Bio mio..!

 

CURRICULUM da eVITAE
Inerente la poetica,
d’arte
di Marco Testa

Marco Testa nasce a Torino il 31 Gennaio, poco prima delle 8, una quarantena abbondante d’anni fa. Vive a Venaria Reale in provincia di Torino, in un edificio di pochi piani soltanto, immerso nel verde. Ivi può respirare natura, ascoltarla gemere se lambita dal vento, lasciarsene pervadere, ispirare, solleticare anima e amarla nel profondo. Sempre che non vi siano Merenderos a rovinare tutto.

Ha al suo attivo una raccolta di racconti tragicomici dal titolo “Acqua e vite” edita dalla “Firenze Libri”; una raccolta di poesie e testi ironico umoristico demenziali dal titolo “Verde Spiranza” edita da “ARCA Edizioni” e un Diario demenziale inedito, dove mescola il vero al possibile in chiave surreale e grottesca e intitolato “Titolo a zonzo”. Precedentemente ha dato corpo ad un romanzo breve noir grottesco intitolato “Liquid”, inedito anch’esso. In merito a “Liquid”, ha in corso un progetto ma per adesso non vi dico nient’altro..:)

In passato ha realizzato il design e la scenografia di un cortometraggio indipendente dal titolo “HTC, cose dell’altro mondo”, oltre che recitarvi all’interno. È attirato dall’espressione artistica in ogni suo aspetto, ha realizzato videoclip culturali e l’editing degli stessi, collabora con il gruppo artistico indipendente “Espoacaso” con il quale ha organizzato e partecipato a mostre d’arte.

Nel 2000 con le polivalenti artiste Maria Dematteis e Cristina Gola e con la collaborazione dell’intero gruppo “Espoacaso”, ha disegnato e organizzato una sfilata di moda con vestiti realizzati con materiali di recupero.

Dall’aprile 2007 all’ottobre 2008 ha collaborato attivamente con l’associazione poetica “Les Droles” promotrice della lodevole iniziativa “La Primavera dei Poeti”.

Nell’ottobre 2006 la sua poesia “Ronf” è stata premiata al concorso “Tra le parole e l’infinito” di Caivano (NA) e nel giugno 2007 la sua poesia “Benzina Pompando” ha ricevuto menzione di onore al concorso “Poeti in aia” di Carignano (TO).

Sempre nel giugno del 2007 per conto della Primavera dei Poeti è andato insieme ad altri insigni e rinoMatti colleghi in trasferta poetica in Francia, al “Festival di Champtin”.

Nel Dicembre 2007 ha partecipato vincendo allo Xmaslam, gara poetica Slam di Natale, promossa da “Poesia Totale” e da Max Ponte.

Nell’Aprile 2008 è stato poeta ospite insieme ad altri in una splendida cornice medioevale a Cagli, nelle Marche,  per la Primavera dei poeti.

Nel maggio 2008 sempre insieme alla Primavera dei poeti e per conto del comune di Venaria Reale ha curato la direzione artistica e dato vita a 2 giorni di musica e poesia nel corso della Festa delle Rose, dinanzi alla Reggia di Venaria Reale. Ivi ha messo in scena 2 sue kermesse Poetico Musicali incontrando il favore del pubblico. Una realizzata con parti di testo di vari poeti e testi suoi, intervallati in modo ironico, grottesco e demenziale; l’altra realizzata con testi di alunni di un liceo di Avigliana ove il Testa vi introduce del suo, dissacrando o enfatizzando. La prima di queste kermesse è stata poi commissionata dal comune di Vinovo ed eseguita nell’Ala Don Donadio dello stesso comune.

Nell’Ottobre 2008 ha partecipato al Festival di Poesia Vagabonda di Settimo Torinese e poiché l’evento si svolgeva in una officina meccanica ha vestito i panni di un suo personaggio adatto all’occasione, il Conte Oli Verve.

Nel corso dell’anno scolastico 2008/2009 ha tenuto per conto della Primavera dei Poeti 2 laboratori di Scrittura Poetica e Creativa nella Scuola Media Statale Michele Lessona di Venaria Reale.

Dal Marzo 2009 al Marzo 2014 ha edito, ideato, messo in grafica e impaginato la Cronica Regia – da lui stesso fondata – una Rivista poetico umoristica che venne distribuita gratuitamente in carta nella biglietteria della Reggia di Venaria Reale, nella biblioteca civica di Venaria, negli appartamenti reali del parco regionale “La mandria”, nel teatro Concordia e in vari locali cittadini. Dal mese di Febbraio 2017 la rivista si trasforma, si stacca dalla sola forma scritta, cercando altro, altra strale direzione, andando ad abbracciare le opere in video, il fumetto, spettacoli teatral musicali veicolandovi però poetica. CRONICA REGIA, diviene così Onde Net. 

Nell’anno 2011 ha tenuto un laboratorio di espressione poetico creativa per conto della Associazione InnovArci di Venaria Reale, presso il centro polivalente Iqbal Masih. Lo stesso laboratorio lo ha poi tenuto nell’anno 2012 per conto della Biblioteca civica Laura Guzzon del comune di San Gillio.

Marco Testa ama poi disegnare, costruire e trasformare oggetti, difatti spesso lo si nota rovistare nei cassonetti, la gente butta via le cose più incredibili, legge di tutto, ascolta il vento. È lecito pensare che se continua così finirà alla neuro.

Ma c’è in lui anche un tecnico. Diplomatosi Perito Elettronico, prima di rilevare il distributore di benzina gestito al tempo da suo padre (e che ha chiuso da poco tempo), è stato Responsabile Tecnico per una ditta operante nella Sicurezza e nell’Alta Fedeltà, per la quale riparava installava e collaudava antifurti, oltre che progettare e far brevettare alla stessa due sistemi di allarme.

Vi sarebbe ancora altro, tipo se è magro in forma basso o alto, ma per il momento questo è tutto. Ah, si: Marco Testa, pensa di avere il senso dell’umorismo. E adora musica, il vento e volare, le cime, i fumetti.

Grazie per la tensione, il primo curriculum vitae è sempre un’emozione, saluto Totti e vo’ a letto. Pardon: saluto tutti. E dire che non seguo neanche il calcio. Vo’ a letto, dai.. Buona lettura anche a voi…

Marco Testa

 

Commenti chiusi